Programma 2

Home > Destinations > Programma 2

PROGRAMMA 2

10 IMMERSIONI + 5 ESCURSIONI

Madablu Diving in Madagascar vi propone, con il Programma 2, immersioni ed escursioni (di mare e di terra), con l’intento di far conoscere nella totalità ed amare questa isoletta, dai fondali alla sua cultura, religione e tradizioni ancestrali.

Giorno 1

Briefing per la subacquea ed inventario del materiale.

Giorno 2

Dopo la prima colazione, partenza per le prime 2 immersioni al Parco Marino di NOSY TANIKELY.
Questo sito di immersione è un po’ il riassunto dell’oceano Indiano. Sia il principiante che l’esperto subacqueo avranno la possibilità di fare incontri entusiasmanti. Tartarughe, pesci di barriera e nudibranchi si contendono il posto tra le rocce e i coralli che disseminano il fondale.

La dinamica dell’immersione è tra le più semplici in assoluto: a seconda della corrente di marea (che va da nord-ovest a sud-est durante l’alta marea e da sud-est a nord-ovest durante la bassa ) scegliamo il punto di entrata, creando così le condizioni migliori per poter divertirsi in tutto relax.

Al termine delle 2 immersioni trasferimento a NOSY KOMBA, incontro con i lemuri e pranzo in una “gargotte” malgascia.

Rientro in hotel nel pomeriggio.

Giorno 3

Dopo la prima colazione, partenza per 2 immersioni: Banco Entrée & Banco Gorgonie.

Nel pomeriggio gita in QUAD nelle foreste di Nosy Be, visita ai laghi vulcanici (con possibilità di vedere i coccodrilli), immersi in una natura e paesaggi incantevoli. Poi…salita sul Mont Passot dove si può assistere ad una veduta panoramica a 360 gradi di Nosy Be, resa ancora più suggestiva dai colori del tramonto.

Rientro in hotel nel tardo pomeriggio.

Giorno 4

Dopo la prima colazione, partenza per 2 immersioni a Nosy Sakatia. Le immersioni si effettuano agli Archi nel settore sud ovest dell’isola. Dal fondo si ergono tre conformazioni rocciose e coralline con delle spaccature dove trovano riparo ombrine maculate, pesci pipistrello e cernie tropicali. Risalendo sul plateau poco distante, ad una profondità di -15 mt, si possono incontrare tutte le varie specie di barriera, razze leopardo, pesci palla, pesci istrice, murene, pesci angelo…

La popolazione locale, dedita alla pesca e all’artigianato vive la quotidianità al ritmo della natura seguendo cultura ed attività tradizionali legate ai loro riti e credenze. La visita di quest’isola prevede scoperta e relax su una bella spiaggia con acqua cristallina pranzando in una gargotte malgascia direttamente sul mare Possibilità di snorkeling e, secondo la marea, nuotare in compagnia delle tartarughe verdi (Chelonia Mydas) che scelgono alcune spiagge di Nosy Sakatia per deporre le uova e nutrirsi.

Giorno 5

Dopo la prima colazione, partenza per 2 immersioni: Chamot & Fucilieri.

Pomeriggio libero.

Giorno 6

Dopo la prima colazione, partenza per 2 immersioni a Atnam & Mark Point.

Nel pomeriggio visita all’albero sacro e mercato di Hell Ville.

Giorno 7

Dopo la prima colazione, partenza per una giornata di relax all’isola di NOSY IRANJA, “l’isola delle tartarughe”.

Rientro in hotel nel pomeriggio.

Giorno 8

Partenza.

NOSY TANIKELY: una piccola isola con un promontorio, ricoperto di una foresta molto rigogliosa, che cade verso il mare su spiagge coralline e rocce vulcaniche.
Intorno all’isola si apre un parco marino stupefacente. L’isola si trova a sud di Nosy Be. Si tratta di un tratto di mare stupendo, regno anche degli snorkelisti per la facilità e bellezza dei suoi fondali. Le colonie coralline si sviluppano tutte intorno all’isola, partendo da una profondità di 5 mt sino ad un massimo di 23 mt.
Da qui, con intervalli di sabbia bianchissima, si sviluppa una cigliata dove effettuiamo bellissime immersioni. La dinamica dell’immersione è tra le più semplici in assoluto, a seconda della corrente di marea (che va da nord-ovest a sud-est durante l’alta marea e da sud-est a nord-ovest durante la bassa )scegliamo il punto di entrata, creando così le condizioni migliori per poter divertirsi in tutto relax.
Ideale per i fotografi che amano la macro che potranno immortalare diverse specie di nudibranchi, pagliacci, gamberetti, ecc. Potremo incontrare tutta la vita di barriera ed inoltre cernie, barracuda, pesci coccodrillo, pastinache, carangidi e… forse, sdraiato sulla sabbia, un bellissimo squalo leopardo che spesso fa del parco marino un luogo dove riposarsi tranquillamente.
Vai alla scheda

BANCO ENTRÉE: Il Banco Entree è sicuramente il banco corallino più esteso dei dintorni, ha una lunghezza pari a 6-7 miglia ed una larghezza molto variabile. È il banco più esterno, cioè quel banco che lambisce per primo le acque oceaniche del canale di Mozambico.
La struttura del reef è di tipo oceanico: qui abbiamo un bassofondo di -15 mt, da dove, navigando verso ovest, inizia una discesa verso il mare più profonda. La caduta del reef è a tratti più ripido a tratti più morbido. L’immersione si effettua prevalentemente con condizioni di alta marea, quando la corrente prevalente va da nord-ovest a sud-est. Questa è un immersione molto semplice per dinamica: si tratta di una parete classica da seguire trasportati dalla corrente dove possiamo incontrare squali grigi, pinna bianca e martello, mobule, aquile di mare, un enorme banco di lutiani gobbi, grossi carangidi in caccia.
Vai alla scheda

BANCO GORGONIE: un banco unico nel suo genere, l’immersione inizia sul sommo del banco, a circa 13 mt di profondità, la profondità massima che si può raggiungere scendendo sul perimetro del banco sino alla sabbia sono circa 24 mt. A seconda della fase di marea che crea due differenti linee di correnti marine viene scelto il punto di entrata per poter eseguire l’immersione trasportati dalla corrente e godersi lo slalom tra le giganti Gorgonie.
Banchi di Lutianidi gialli, fucilieri azzurri, Tartarughe Verdi, barracuda, pesci pappagallo, cernie, grandi spugne a vaso, pesci falco, e i classici pesci farfalla, pesci coccodrillo.
Vai alla scheda

NOSY SAKATIA: si presenta come un piccolo paradiso dalle acque trasparenti e varie spiaggette incontaminate oltre a sfoggiare una vegetazione lussureggiante. È ancora un’isola molto autentica meta d’interesse per botanici ed ornitologi. È chiamata anche “Isola delle Orchidee” per i numerosi fiori di questo genere che la ricoprono, ma non solo alberi del viaggiatore, pepe, ananas, vaniglia, rafia, goyaves, manghi, piante medicinali fanno parte della vegetazione presente su quest’isola.
Vai alla scheda

CHAMOT: si tratta di una secca formata da due gobbe(chamot vuol dire cammello) posizionata esattamente nella direzione della corrente prevalente di marea, quindi da sud-est a nord-ovest. La parte più fonda è la parte sud-est. L’immersione infatti risulta perfetta se effettuata con marea calante: si parte da un fondale di 22 mt e si arriva poi sulla seconda gobba del cammello a 13 mt.
Nell’aprile 2007 è stata affondata un’imbarcazione dimora di un grosso pesce Napoleone, sul lato nord-ovest. Per visitarla si esegue un’immersione un po’ più profonda, che si può effettuare esclusivamente con l’alta marea (quindi con corrente da nord-ovest), in gorgo questo caso si parte da un fondale di 33 mt in una secca qualche decina di metri più a nord rispetto a Chamot e da li si prosegue verso sud/sud-est, per poter visitare il cappello di questa secca interessante sia per alcuni passaggi all’interno del reef sia per il numero di gorgonie nella sua parte alta.
Si prosegue visitando il relitto all’esterno e ci si fa infine trasportare dalla corrente per terminare l’immersione sulla seconda gobba del “cammello”.
Vai alla scheda

FUCILIERI: sicuramente una delle immersioni più caratteristiche e ricche del luogo, un immersione semplice, su di una secca molto ricca con bellissime formazioni di corallo e spugne, molti sono i banchi di pesce che si incontrano in questa immersione: banchi di lutianidi, di barracuda, di grossi carangidi perennemente a caccia… e murene leopardo, ombrine tropicali, razze maculate, cernie coralline. Spesso si incontra un pesce napoleone gigante, qualche squalo di barriera come il pinna bianca (solo in presenza di corrente). Tra i grossi cumuli di corallo, nella parte alta della secca, moltissimi sono i glass fish e gli antihas arancio e lilla, senza contare le infinite specie di pesci da barriera come i balestra, i pappagallo, i farfalla, i pesci angelo…
Vai alla scheda

ATNAM: sicuramente un’immersione di livello altissimo, ma che richiede una discesa fino a -40mt. per poter godere a pieno della sua bellezza. Un fondo che nella sua parte Nord si perde nella sabbia molto dolcemente, mentre nella parte Sud forma una parete di Gorgonie giganti infinita… Intorno ai -30 mt si incontrano il cappello di grossi monoliti appoggiati sul fondo di -55 mt completamente ricoperti di Gorgonie giganti che si incrociano con quelle delle pareti creando dei passaggi mozzafiato, il tutto ben miscelato con glass fish, anthias, cernie, grossi tonni e spesso nella parte più fonda l’incontro con lo squalo leopardo. Un’immersione di quelle che scolpiscono la memoria!
Vai alla scheda

NOSI KOMBA: significa “isola dei lemuri” e deve quindi il suo nome all’importante presenza di questi mammiferi che ne popolano la foresta e che si possono avvicinare durante la visita al LEMURS PARC.
Vai alla scheda

ALBERO SACRO: Un luogo mistico e sacro, una piccola foresta formata dalle radici aeree di un gigantesco Ficus Bengalensis vecchio oltre due secoli, importato dall’India in dono alla regina Tsiomeko intorno al 1800.
Venerato come luogo di culto dalla tribù dei Sakalava, dove gli animisti vanno a pregare, portare doni o fare voti.
Questo albero consacrato copre una superficie di 2000mq e si trova a Mahatsinjo, raggiungibile in auto. Sul posto esiste anche un museo socio-culturale di Nosy Be che vi svelerà l’identità e la sorgente della città e della popolazione.
Vai alla scheda

CASCATA SACRA: è una cascata che dà vita a un piccolo e grazioso laghetto, un angolo di foresta selvaggia alla quale si accede da un ripido e sconnesso sentiero di circa 100 metri costeggiato da grandi felci.
È un luogo sacro per i Sakalava e, come tutti i luoghi sacri è delimitato da drappi rossi e bianchi che rappresentano rispettivamente: l’oro e l’argento.
Vai alla scheda

MERCATO DI HELL VILLE: il mercato coperto di Hell Ville viene chiamato Bazar Be. Al suo interno un insieme indefinito di colori, profumi, sapori…si mescolano i colori della frutta tropicale, i profumi delle spezie e della vaniglia, i sapori dello zenzero, della curcuma e delle salse di mango fatte in casa vendute in bottiglie di plastica riciclate. Tutto è disposto in un ordine apparente sui banchi del mercato…è qui che la popolazione locale fa la spesa tutti i giorni mentre qualcuno dorme su sacchi di riso, mamme allattano i neonati, qualcuno consuma pasti tra pentole fumanti, bambini si rincorrono sorridendo ai turisti.

NOSY IRANJA: si trova nella costa nord occidentale del Madagascar, ad un’ora e mezzo circa di navigazione da Nosy Be. È una delle mete più affascinanti di tutto l’arcipelago! È composta da due piccole isole immerse in un mare cristallino di varie tonalità di verde e blu, unite da una lingua di sabbia bianchissima che scompare con l’alta marea. Sulla striscia di sabbia che unisce le due piccole isole si accumulano conchiglie e pezzi di corallo che attirano miriadi di uccelli marini (sterne, aironi, fregate ecc.) alla ricerca dei piccoli animali della sabbia, il loro cibo. L’isola è ricoperta da palme da cocco. Molti pini, tipici dell’Oceano Indiano, fanno ombra alla spiaggia a nord-ovest dove le tartarughe vanno a deporre le uova. La vita nel piccolo villaggio sull’isola è molto semplice e la pesca, in un mare ricco di vita, ne è alla base. L’escursione a Nosy Iranja è dedicata al relax e ad emozioni che restano nel cuore. Indimenticabili i suoi colori, il mare, il villaggio di pescatori e lo stupendo panorama che si può ammirare dal faro, sulla baia di Nosy Be a nord e sulle Isole delle Radama a sud.
Vai alla scheda

I siti di immersione possono essere sostituiti in base alle condizioni di marea e all’esperienza dei sub.

Il programma potrà essere svolto con un minimo di 4 partecipanti.

Immersioni a NOSY SAKATIA

NOSY SAKATIA

si presenta come un piccolo paradiso dalle acque trasparenti e varie spiaggette incontaminate oltre a sfoggiare una vegetazione lussureggiante. È ancora un’isola molto autentica meta d’interesse per botanici ed ornitologi. È chiamata anche “Isola delle Orchidee” per i numerosi fiori di questo genere che la ricoprono, ma non solo alberi del viaggiatore, pepe, ananas, vaniglia, rafia, goyaves, manghi, piante medicinali fanno parte della vegetazione presente su quest’isola. La visita di quest’isola prevede scoperta e relax su una bella spiaggia con acqua cristallina pranzando in una gargotte malgascia direttamente sul mare.
Possibilità di snorkeling e, secondo la marea, nuotare in compagnia delle tartarughe verdi (Chelonia Mydas) che scelgono alcune spiagge di Nosy Sakatia per deporre le uova e nutrirsi.

La popolazione locale, dedita alla pesca e all’artigianato vive la quotidianità al ritmo della natura seguendo cultura ed attività tradizionali legate ai loro riti e credenze.

RESTIAMO IN CONTATTO

Contattaci per ulteriori informazioni sui nostri programmi.